peppino-impastato

Ecco, forse sarebbe meglio partire dal principio… io sono palermitano, siciliano se volete, ma fondamentalmente panormita, perché la mia città è antica come il mondo ed è sempre stata patria di cultura, si tutta la Sicilia lo è, ma Palermo ha qualcosa di particolare… è viva e vitale fin dal Mesolitico, come le grotte dell’Addaura ci ricordano… mi ricordano, perché non so neanche quanti altri palermitani sanno che esistono le grotte dell’Addaura.

La verità è che noi siciliani siamo una delle civiltà più antiche, cosa che con orgoglio rivendicavo quando mi davano del terrone. Ma è anche vero che ormai la nostra cultura sta scomparendo, ormai è omologata da un cinquantennio di democrazia cristiana collusa con la mafia, poi dopo la D.C. sono arrivati Forza Italia, e tutti gli altri.

Quindi ricapitolando, il modo migliore che la mia città ha trovato per commemorare Peppino Impastato è stato non farlo, o meglio è stato fare inaugurare una nuova caserma ad Amato accompagnato da Orlando, quello che il sindato lo sa fare. Il problema non è stato non ricordare Peppino, non come eroe dell’antimafia, ma semplicemente come uomo… perché sinceramente non ho idea di cosa l’antimafia adesso, se non una moda… Ridicola…
Tipo, un ragazzetto (o anche un qualsiasi essere vivente) che dice di essere contro la mafia e poi va a comprare l’erba o il fumo dallo spaccino (termine panormita che indica lo spacciatore) che secondo lui con la mafia non c’entra nulla, o solo marginalmente, qualunque cosa voglia dire, non è ridicolo esattamente come Alfano che inaugura una nuova caserma? Che parla di antimafia? Che si dimentica dei depistaggi delle forze dell’ordine proprio per coprire l’omicidio di Peppino?

La mafia è una montagna di merda
Ma l’antimafia mancu cugghiunia

Post recenti

Leave a Comment

Contattami

Se proprio ti scappa di scrivermi qualcosa usa la form, sarai contattato al più presto

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt